--> -->
Art.21 della Costituzione italiana: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione."
CPA
Home Le Opinioni recensioni
Recensioni
Gli ebrei hanno voluto la guerra PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 23 Agosto 2015

Autori: Luchini, Evola, Scaligero, Preziosi.
Titolo: Gli ebrei hanno voluto la guerra
Formato: 15 x 21 brossura
Data di pubblicazione: 2015
Pagine: 80 Prezzo: 15 Euro


Dopo anni di oblio, finalmente disponibile la ristampa integrale di un testo indispensabile per comprendere che i veri responsabili del secondo conflitto mondiale furono l ' ebraismo internazionale e le servili potenze democratiche occidentali.
Il volume, pubblicato per la prima volta nel 1942 ed ora riproposto dalle Edizioni di Avanguardia, contiene gli scritti di cinque tra i più qualificati studiosi del tempo sulla “questione ebraica ”.
Attraverso i loro lucidissimi saggi gli Autori ci illustrano i retroscena e le motivazioni che nel 1939 portarono l'internazionale ebraica a dichiarare guerra alla Germania Nazionalsocialista.
Completano il volume il memoriale che Giovanni Preziosi inviò all'inizio del 1944 al Duce e due scritti di Maurizio Lattanzio.

 
8 mq al secondo PDF Stampa E-mail

Dal n° 342 - Luglio 2014

edizione:  EMI, Bologna 2014, pp. 63, euro 4,50

titolo:  8 mq al secondo

autore:  Domenico Finiguerra

Scritto da Leonardo FONTE   
Martedì 01 Luglio 2014

A tutto v’è un limite. E al degrado prodotto della società moderna, diretta e plasmata dagli abusi del modello neocapitalistico, deve essere posto un limite, meglio un arresto, diretto anche al coinvolgimento e al consenso popolare. Un limite bisogna energicamente porlo al partito trasversale del cemento ed alle proprie appendici operative paramafiose e imprenditoriali che ne stanno a capo, entro e fuori delle istituzioni parlamentari della corrotta e degradata colonia italiota, che senza scrupolo alcuno deturpano e distruggono l’ambiente e quanto resta in Italia dell’immenso patrimonio storico e architettonico, archeologico e culturale.

Anche questa – quella contro ‘asfalto e cemento’ e il saccheggio dell’ecosistema – è una battaglia contro l’invasione delle regole del profitto tout-court e per la salvaguardia della naturalezza dell’ecosistema, quindi, di quanto resta del pianeta, del paesaggio circostante, della nostra vita e, sopra tutto, del futuro. Una battaglia che l’ambiente, ciò che rimane di esso, nazionalrivoluzionario ha ‘regalato’ agli altri…

Leggi tutto...
 
Lo zucchero del diavolo PDF Stampa E-mail

Dal n° 333 - Ottobre 2013

edizione:  Feltrinelli ‘I narratori’, Milano 2013, pagg. 446, A 18,00

titolo:  Zero, Zero, Zero

autore:  Roberto Saviano

Scritto da Graziano DALLA TORRE   
Martedì 01 Ottobre 2013

Roberto Saviano non mi è mai stato ‘simpatico’… Fondamentalmente per la sua esibita contiguità con il circo(lo) culturale, politico, mediatico ed ‘estetico’ (?) di quella sinistra radical-liberal conferenziera e salottiera che ruota a vario titolo intorno al pachidermico corpo del partito democratico, bella gente pulita e alla moda sempre in prima fila – oltre che ai concerti degli U2 o di Ludovico Einaudi – anche nell’elargire al popolo filippiche, sermoni e concioni su onestà e senso dello Stato e ad alzare il dito con quella sempiterna espressione scandalizzata e stupita (ma possiamo benissimo sostituire la ‘t’ con la ‘d’…) a mo’ di ammonimento, ammaestramento e severa correzione. Insomma, dei preti vecchio stampo i quali – i preti veri, intendo – avevano se non altro la pretesa e l’intima convinzione di parlare in nome di Dio… L’ ‘onorevole’ Boldrini parla tuttalpiù in nome di qualche migliaio di elettori… Anzi, forse nemmeno di quelli giacché è stata messa dov’è per decisione presa in qualche oscura e anonima riunione di direzione di partito o di coalizione…

Leggi tutto...
 
Municipalismo: una prospettiva? PDF Stampa E-mail

Dal n° 331 - Agosto 2013

edizione:  Ed. Eleuthera , Milano, 2005, pagg. 96, EUR 8,00

titolo:  Democrazia diretta

autore:  Murray Bookchin

Scritto da Graziano DALLA TORRE   
Giovedì 01 Agosto 2013

Questo scritto riprende indirettamente l’argomento dell’articolo apparso sullo scorso fascicolo e riguardante il lavoro politico che il partito rivoluzionario dovrebbe svolgere specificamente all’interno delle realtà locali, intendendo con questo i piccoli e medi comuni o i quartieri delle grandi città. Quindi il lavoro politico incentrato proprio sulla ‘polis’, alla quale anche etimologicamente la politica si richiama.

Proprio recentemente mi è capitato tra le mani un libro acquistato diversi anni orsono (ma ancora ristampato) che sviluppa tematiche analoghe pur provenendo da ambienti politici affatto diversi. L’autore, Murray Bookchin (1921/2006), fu un anarchico libertario americano, nato a New York da genitori ebrei giunti dalla Russia, il cui nome è ricordato negli ambienti anarchici soprattutto per i suoi interessi pionieristici nel campo dell’ecologia sociale; aldilà della sua appartenenza al popolo eletto (del resto è impressionante la loro presenza percentuale tra l’intellighenzia americana a partire dal ventesimo secolo…) questo breve testo può risultare interessante proprio per l’essenza del suo filo conduttore, quello che l’autore definisce come municipalismo libertario in opposizione allo Stato nazionale, centralizzato, ‘specialistico’ e dunque totalitario ed oppressivo.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2
Nessun evento
ebrguerra.resized.jpg
CelticaCPA