--> -->
Art.21 della Costituzione italiana: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione."
CPA
Home Attività editoriali il mensile gli articoli feed-image

Articoli pubblicati sul mensile "Avanguardia"



Il voto del nulla PDF Stampa E-mail

Dal n° 363 - Novembre 2016

Scritto da Andrea CIOCCA   

Il 4 dicembre l’italiano è chiamato a votare per affermare o abrogare il referendum confermativo sulla riforma costituzionale Renzi-Boschi, reputato da molti come svolta epocale per il nostro Paese.

I sostenitori del “si” sono convinti che tale scelta sia necessaria per un radicale e decisivo cambiamento, ovviamente in positivo, del nostro Paese. Secondo tale vulgata il miglioramento consisterebbe in quanto, tale referendum è atto principalmente a porre rimedi sulle eccessive spese della politica. Risparmio proveniente dalla riduzione dei parlamentari, dal superamento e dall’abolizione del Senato, dal contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni con la soppressione delle province e dalla cancellazione del CNEL (Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro).

Leggi tutto...
 
L’ultima lacrima PDF Stampa E-mail

Dal n° 363 - Novembre 2016

Scritto da Enrico LABANCA   

Spesso si guarda oltreoceano con aria servile, immersi nel fumo disastroso della sconfitta.

Gli Stati Uniti d'America sono il centro polifunzionale della plutocrazia mondialista, una riserva infinita di soldati e macchine da guerra pronti ad invadere il mondo intero, dall'isola dispersa del Pacifico alle capitali europee.

Washington Dc come Roma imperiale è l'allucinazione americana moderna. Simboli ed usanze si intrecciano in un fanatismo di onnipotenza mai visto prima.

Indiscussi padroni del mondo materiale, sconquassati derelitti in quello spirituale. Sì, perché il Potere conquistato con così tanta ignominia divora le anime, le menti e i corpi.

Un veterano statunitense si toglie la vita ogni ottanta minuti. Il totale annuale è di 6500 (seimilacinquecento). Una vera ecatombe.

Tutto questo avviene quando la Bandiera da Sacro simbolo diventa semplice carta igienica colorata.

Leggi tutto...
 
Lo stato borghese, per far cassa, continua a fare la corte alle pensioni della povera gente PDF Stampa E-mail

Dal n° 362 - Ottobre 2016

Scritto da Fabio PRETTO   

Siamo in ottobre 2016 e ancora si parla della ‘circolare numero 195 del 30 novembre 2015’ pubblicata dall’INPS. Da quella circolare, tanto per rinfrescare la memoria, si poteva ritenere che le pensioni di reversibilità dovute dall’INPS al coniuge superstite in base all’articolo di Legge “n. 335 dell’8 agosto 1995” potesse essere ritoccate.

Siamo, quindi, quasi un anno dopo e ancora quella circolare fa parlare di sé poiché, dopo un articolo apparso su un quotidiano nazionale, l’INPS ha dovuto ammettere che la circolare pubblicata “è scritta male”. Infatti, la circolare incriminata fa finire le pensioni di reversibilità nella voce “assistenza”. La reversibilità invece fa parte dei diritti acquisiti e pagati durante la vita lavorativa dal coniuge che scompare per primo. Già nei giorni in cui si parlava della circolare incriminata e delle pensioni di reversibilità i soliti servi sciocchi della borghesia e del capitalismo, dicevano che in fondo non è che si poteva dare una parte di pensione di un altro a chi non aveva pagato niente. Sbugiardati subito poiché si fece loro sapere che, durante la vita contributiva, il lavoratore paga anche un fondo apposito per le pensioni di reversibilità. Ma passato quasi un anno, ancora questa circolare è in giro e andrà a finire che creerà problemi e incomprensioni. Sembra molto difficile togliere da quel documento qualsiasi interpretazione pericolosa.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 50
Nessun evento
camerati_addio.jpg
CelticaCPA