--> -->
Art.21 della Costituzione italiana: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione."
CPA
Home Le Opinioni nostre feed-image
LA LORO “MEMORIA”. PDF Stampa E-mail
Scritto da Mario MARLETTA   
Domenica 27 Gennaio 2013

Casa Pound” Napoli è entrata nel mirino delle toghe a stelle e strisce (che qualche imbecille retrò chiama “toghe rosse”, come se ancora esistesse il comunismo da qualche parte sulla Terra). Gente della base militante di questo movimento sta subendo le “rituali” persecuzioni di una magistratura che è solo uno dei tanti tentacoli della piovra giudeo-massonica internazionale. E, tuttavia, come sempre è accaduto dal secondo dopoguerra ad oggi, a farne le spese sono tanti giovani idealisti in buona fede della base militante. Tutt’altra percezione, invece, si riceve, se si prova a osservare il vertice di questo stesso movimento.

Oggi, 27 gennaio, le consuete commemorazioni sterminazioniste invadono ogni singolo spazio quotidiano della pecora del gregge teledipendente. "La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz,"Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati”.(Legge 20 luglio 2000, n° 211).

Questo rituale profano non è altro che la “polizza d’assicurazione” di un’infima minoranza auto-proclamatasi “stirpe eletta”, il “corteo funebre” di pretesi sopravvissuti per mezzo del quale pochi parassiti globali continuano a prosperare sul sangue e sulle sofferenze di tutti i popoli. Così sta scritto nel Deuteronomio, ultimo libro del Pentateuco biblico: “Tu infatti sei il popolo consacrato al Signore Dio tuo; il Signore Dio tuo ti ha scelto per essere il suo popolo privilegiato fra tutti i popoli che sono sulla terra” (VII, 6)… “Distruggi dunque tutti i popoli che il Signore Iddio mette in tua balìa, non si impietosisca l’occhio tuo su di loro” (VII, 16)…

Leggi tutto...
 
SEMPRE LA STESSA REGIA. PDF Stampa E-mail
Scritto da Mario MARLETTA   
Venerdì 25 Gennaio 2013

Se i sì detti partiti di sinistra o di destra, in Italia o in Francia, sembrano polemizzare su tutto, tranne che in politica estera, è perché essi sono solo degli strumenti. Gli strumenti di un certo artefice possono essere tanti, ma la mano che li utilizza è sempre la stessa.

Se l’ebreo Sarkozy, esponente di un partito sedicente di “destra”, attacca un paese africano (la Libia) e lo riduce in macerie, l’ebreo Hollande, di un partito sedicente di “sinistra”, in teoria, non dovrebbe fare altrettanto: e invece no! Anch’egli aggredisce un paese africano (il Mali) e si impegna a ridurlo in macerie. Perché accade ciò? Evidentemente perché “destra” e “sinistra”, in Francia come in Italia, sono solo nomi, significanti che servono a dividere il bestiame umano votante, ma dietro cui agisce la mano di un medesimo artefice, il quale ha un solo obiettivo: sottomettere il mondo intero al suo potere.

Se si sposta l’attenzione al di là dell’Atlantico, cioè se ci si allontana da un continente –l’Europa- che dal maggio del 1945 –cioè dalla fine della seconda guerra mondiale- non si è più ridestato dal coma, ci si accorge come le cose non cambino minimamente. Eppure, gli Stati uniti d’America, quella guerra l’hanno vinta. Ma allora, tra “vincitori” e “vinti” non esisterebbe alcuna differenza? Certo, perché quella guerra servì a fare dei “vinti” una pura e semplice imitazione del “vincitore”. “Americanizzare” l’Europa ha significato farne un burattino di quello stesso burattinaio che ha manovrato le masse d’oltre Atlantico da sempre.

Leggi tutto...
 
ULTIMO GRADINO SULLA SCALA DELLA REGRESSIONE A BESTIAME UMANO. PDF Stampa E-mail
Scritto da Mario MARLETTA   
Martedì 22 Gennaio 2013

L’“uomo massa” paventato da Evola e Guénon, l’“uomo senza qualità” raccontato da Musil, l’“ultimo uomo” di memoria nietzschiana: esistono svariate espressioni che identificano l’entità pseudoantropologica infestante il pianeta Terra di questa Età del Ferro in chiusura. L’uomo che non vuol più soffrire, l’uomo-bambino cui è stato strappato ogni arbitrio, l’uomo indifeso par excellence, da oggi sarà anche l’“individuo-robot” tenuto sotto costante controllo mediante microcircuiti elettronici.

Obama, il presidente più ipocrita della più che bicentenaria e funesta storia statunitense, colui il quale con l’occhio destro finge di compiangere le giovani vittime delle stragi dei college (i cui mandanti si guarda bene dall’andare a cercarli tra i “fedeli alleati” annidatisi in Palestina), mentre con l’occhio sinistro controlla il regolare svolgimento di una prassi sionista oramai adottata anche all’ombra della White House (gli omicidi mirati) –oggi- approva il piano che prevede l’inserimento obbligatorio di microcircuiti di controllo sottocutanei RFID (Radio Frequency IDentification applications) per tutti i sudditi dell’“impero” stars and stripes.

Leggi tutto...
 
LA COLONIA ITALIOTA METTE ANCORA A DISPOSIZIONE LE "SUE" BASI AEREE. PDF Stampa E-mail
Scritto da Mario MARLETTA   
Lunedì 21 Gennaio 2013

La colonia-Italia è pronta a fornire il proprio appoggio logistico alle operazioni di guerra "francesi" in Mali. Ad annunciarlo il ministro degli Esteri uscente, l’ebreo Giulio Terzi di Sant’Agata, a conclusione di un consiglio straordinario dei ministri degli esteri dell'Unione Europea a Bruxelles.

Un anno e mezzo fa, Berlusconi si prostrò dinanzi al padrone, quando fu il momento di massacrare il popolo libico. Oggi, un esecutivo fallimentare oramai dimissionario segue il medesimo iter con la popolazione del Mali, a dimostrazione, l’ennesima, di chi comandi davvero in questa disgraziata terra.

Questa notizia conferma la criminale continuità di una colonizzazione a cui l’Italia è incondizionatamente soggetta, senza “se” e senza “ma”, oramai da settant’anni.

Questa sedicente “repubblica” (nei fatti una pura e semplice cleptocrazia), nata dal tradimento, perpetuatasi con le stragi di piazza, continua imperterrita, nel solco inaugurato a Portella della Ginestra, a farsi beffe dei sogni e della salute della gente comune, e solo per soddisfare le criminali paturnie di un padrone senza onore.

 
SI SONO MANGIATI ANCHE LA BREMBO! PDF Stampa E-mail
Scritto da Mario MARLETTA   
Lunedì 21 Gennaio 2013

Una delle più grandi aziende del mondo nella fabbricazione di sistemi frenanti per autovetture, pluridecorata di decine di vittorie in campionati del mondo e in svariate formule automobilistiche e motociclistiche.

Monti, accorso nella sede bergamasca dell'azienda (col suo ruffiano Bombassei), latrando sulla necessità di “RIFORME RADICALI” (dopo la carne e il sangue degli italiani, anche le ossa!), sarà appoggiato da Montezemolo (la casacca logora ma buona per tutte le stagioni, dalla Ferrari a Telethon!), dalle iene fameliche di Banca Intesa e del Monte dei Paschi (confraternite di giudei e criptogiudei che stanno banchettando con le spoglie di milioni di famiglie gettate sul lastrico!) da Bersani (il più convinto assertore della necessità del DENARO ELETTRONICO!) e da quella mai sazia puttana di Casini (un nome che è tutto un programma). Questa feccia subumana ha posto le basi per la distruzione di quest'altra vecchia gloria nazionale.

Monti accorso alla convention della sua lista – “Scelta Civica”- è stato accolto da un’ovazione dei suoi tirapiedi, mentre su un maxischermo venivano proiettate le immagini dell'ultimo anno targato “governo Monti”, il pubblico in sala si è alzato in piedi per acclamare il premier!

 

VIVA L’ITALIA! (o ciò che ne resta).

 

 
Il nostro solstizio, le nostre letture, enzo ristagno comunità politica di avanguardia liguria PDF Stampa E-mail
Scritto da Enzo Ristagno   
Martedì 15 Gennaio 2013

stella, 21-12-2012



celebriamo l’eterno ritorno dell’astro celeste, il mistero che da ordine al mondo e al sovramondo

“purificati, medita, esplora te stesso, armonizzati, mettiti all’unisono con il tutto, concentrati in perfetto equilibrio e armonia, dimentica il corpo e risveglia i tuoi sensi interiori, ascendi un gradino dopo l’altro e nascerai a vita nuova…si tratta di compiere un’opera e non di attendere inerti la grazia”

Reghini

Dalla fiamma ardente simbolo del sacro per eccellenza prendiamo luce e calore e manteniamoli vivi nelle nostre anime e nei nostri cuori

“solo la luce che emana nobile e leale dall’eroe potra dissipare le tenebre con cui l’infamia ha oscurato il mondo”

C.Z. Codreanu

L’ordine cui noi ci riferiamo e l’ordine naturale delle cose dove dio patria famiglia hanno tutt’altra accezione che non quella cui siamo abituati.

“nella formula solve et coagula e contenuto il segreto della grande opera in quanto questa riproduce il processo della manifestazione universale”

Guenon

Il nostro Dio, in tal senso, e il sole

“il sole simboleggia il principio maschile della manifestazione universale”

Guenon

Il sole permette alla natura di esprimersi in armonia nella visione del mondo dove il visibile e espressione dell’invisibile e dove cio che sta in alto sta in basso e viceversa. Qui non esistono il bene e il male in senso dualista, nell’Uno ci sono entrambi.

“il divino e in cio che vive, i nostri antenati andavano nelle foreste a onorare Dio, salutavano la sua luce che si alza ogni mattina”

Da fede e azione manuale in uso ai giovani nazionalsocialisti tedeschi

La nostra patria e la nostra idea, quella che identifica nel nous, nell’intelletto cosmico, nella scintilla del sacro, l’uomo nuovo che altro non e che l’uomo arcaico discendente dagli abitanti di atlantide, gli arii, gli iperborei.

“questo e un viaggio che richiede uomini audaci e dal cuore vivente”

Attar

La nostra patria e il nostro sangue

“tu porti nel tuo sangue la santa eredita dei tuoi antenati, tutti loro vivono in te, percio il tuo sangue e sacro…razza significa essere capaci di pensare in un certo modo”

Da fede e azione

La nostra famiglia e la nostra valchiria, per riuscire, cioe uscire individuandosi, in questo mondo dominato dal golem di sion, l’uomo nuovo non potra comunque farcela senza un aiuto da al di la delle stelle

“dovra farlo col pensiero della sua amata, della sua valchiria nella mente e nel cuore…solo nel sangue potranno ricevere quel fuoco quella potenza quella volonta, quell’amore senza amore, freddo e ardente che li porta a superare tutte le prove…ai corpi nudi degli amanti sono cresciute le ali, il coito diventa un volo astrale congiunto per ricreare il corpo astrale, per staccare in modo attivo le coscienze dai condizionamenti corporali: distacco”

M. Serrano

Uscire individuandosi, la Via verso il centro.

Sempre la famiglia ci permette di continuare nell’opera d’arte che e la continuazione del sangue del nostro sangue

“tu non solo hai il diritto ma anche il dovere di trasmettere il tuo sangue ai tuoi figli perche sei membro di una catena di generazioni che giungono dal passato e proseguono verso l’eternita”

Da fede e azione

Definiamo il senso che diamo alle parole, il nulla, il vuoto, da una parte, nel divenire, sono l’espressione della decadenza rispetto ai principi primi, quindi un’assenza, una privazione, ma quando entriamo nel dominio del se quest’assenza diventa perfezione

“come il fuoco acceso riduce in cenere il combustibile cosi il fuoco della conoscenza riduce in cenere tutte le azioni.. solo colui che agisce senza riporre speranza alcuna nel frutto delle azioni che deve compiere e non colui che non attende al fuoco del suo focolare e resta inattivo”

Bhagavad gita

Sul piano orizzontale sia nell’essere che nell’avere tanto realizzare una passione cosi come possedere un oggetto e causa di di successive insoddisfazioni, in quanto si cerchera una passione piu forte o un altro oggetto da possedere, e la mercificazione dell’individuo, che diventa cosi, oggetto tra gli oggetti, situazione derivante dall’assenza del sacro nel quotidiano.

“il semplice carattere di perfezione dell’atto causa il piacere puro e positivo”

Aristotele

Non c’e il bene ne il male e soprattutto non c’e l’utilita.

“qualcosa e reale solo nella misura in cui sia voluta, quella realta delle cose che non puo dirsi voluta e privazione, questa privazione significa ‘non potere’, il non potere puo assumere il significato di ‘in potenza’ cioe rappresentare un differenziale suscettibile ad essere risolto nell’atto dell’individuo assoluto, in questo atto e altresi l’atto del mondo della natura”

Evola

Allo stesso modo, dall’altra parte, nel se, bisogna creare il vuoto tendendo al centro usando sia la volonta sia l’immaginazione creativa per ottenere l’agire senza agire, l’agire senza sforzo, con distacco dalla ruota delle cose.

“non esiste esercito vittorioso come quello che non ha mai combattuto”

Lao tse

Da questa magia nasce l’ordine, rinasce, come il sole, si ri-crea tramite volonta e immaginazione creativa il reale delle cose e dell’altro.

“finalmente il mio gran cuore futurista ha vinto la sua millenaria battaglia contro le sbarre del torace, mi e balzato fuori dal petto il mio cuore ed e lui che mi solleva e mi porta col suo turbine sanguinolento d’arterie, elica spaventosa, che gira nel cielo”

Marinetti

Ed e qui che si dissolve in questo luogo dell’anima, del cuore, con armonia l’apparente ossimoro liberta predestinazione, come nel platoniano mito di Er, noi nasciamo con un destino prenatale e siamo liberi di arrivare al centro realizzandolo, superando le illusioni, il nulla dell’io, facendo il vuoto nel se, e scoprendo cosi qual e la nostra funzione quella liberta che per Meister Eckart e “quest’essenza che arde e fiammeggia senza posa”

“i giochi che faccio sono principalmente giochi da bambini giochi felici ma anche giochi d’amore, di mistero, di stupore, scusate i miei giochi di paura e gelosia, dopo tutto sono ancora uno studente di vita, forse la prossima volta saranno tutti giochi d’amore ma allora saro in un altro mondo”

Eric burdon

Una volta Joshu chiese al maestro Nansen

Cos’e il Tao

Nansen rispose, la mente comune e il Tao

Dovremmo dirigerci verso di esso o no?

Se cerchi di dirigerti verso di esso te ne allontani

Joshu continuo

Se non cerchiamo, come possiamo sapere cos’e il Tao

Nansen rispose

Il Tao non appartiene al sapere o al non sapere, sapere e illusorio, non sapere e assenza di idee. Se veramente raggiungi il Tao del non dubbio, e come il grande vuoto, cosi vasto e illuminato. Come puo allora esserci il giusto e lo sbagliato nel Tao?

A queste parole Joshu fu illuminato

 

 
BACCHETTONI CUBANI, IDIOTI ITALIANI PDF Stampa E-mail
Scritto da Graziano DALLA TORRE   
Venerdì 21 Dicembre 2012

Leggendo qua e là, ci siamo imbattuti in un breve articoletto apparso su "Sette/ Corriere della sera" numero 50 del 14.12.12 a firma R. Cotroneo dal titolo: "Cuba. Governo contro il ballo". Ecco il testo: " Il governo cubano vuole proibire il reggaeton -la musica più amata dai giovanissimi- in luoghi pubblici. Due le ragioni: proteggere le donne e la tradizione nazionale. Si tratta di uno stile musicale con 'testi aggressivi, sessualmente espliciti e osceni', ha detto il presidente dell'Istituto cubano della musica. Il quotidiano Granma ( organo del Partito comunista cubano, n.d.r.) ha scritto che si sta lavorando a una proposta di legge sul divieto, aggiungendo che a casa propria ognuno sarà libero di ascoltare quello che vuole, anche il reggaeton."
Ora, posto che la notizia mi sembra assolutamente verosimile e del resto in linea con altre prese di posizione del governo cubano, la mia prima reazione, assolutamente personale e spontanea, mi ha portato inevitabilmente a solidarizzare (per stavolta) con il suddetto governo, anche se è chiaro che sarà una lotta contro i mulini a vento; ma del resto 'noi' siamo i beceri, malvagi, oscurantisti, reazionari, intolleranti, ignoranti e (last but not least) sessualmente repressi 'fascisti' di merda per cui nessuno si stupirà di questa mia valutazione, pur rimanendo eventualmente imbarazzato da una tale 'solidarietà'.
Una seconda e meno privata considerazione mi porta però ad una inevitabile riflessione (per quanto gente squallida come 'noi' possa essere in grado di riflettere...):  so bene che 'Avanguardia' da sempre adotta una linea 'comportamentale' che potremmo definire 'anti anticomunista' ma, vivaddio, non avendo ancora raggiunto il nirvana con il conseguente distacco dalle cose del mondo (e dalla tendenza all'incazzatura) vorrei infilare la notizia (che, ripeto, non avrebbe motivo di essere falsa) nell'orifizio anale dei tanti tristi, truci e supponenti militanti di P.R.C., P.d.C.I., P.C.L., S.E.L. e  'compagnia' assortita ( a proposito, mi raccomando la raccolta differenziata dei rifiuti!) Che, essendo tutti (trotzkijsti o stalinisti che siano) filocubani (cosa cazzo gli rimane? Il 'caro leader' nordcoreano? Ah, già, la Cina...)  potrebbero cavarsela dicendo, in stile Peppone (ricordate il buon Guareschi?), che si tratta di menzogne propalate ad arte dai truci reazionari; o dicendo che a Cuba siamo in presenza di una situazione di emergenza particolare e bla bla bla... o chissà che altro... La sola cosa che non potrebbero dire  è che quel governo ha fatto bene, giacché mai questa gente ha speso mezza pagina della loro stampa per condannare le irrorazioni di liquame culturale e morale alle quali i loro amici occulti 'jewyorkesi' sottopongono da decenni la gioventù mondiale, con particolare accanimento nei confronti di quella europea e nordamericana. Una simile iniziativa presa da un governo europeo appena un poco fuori dai margini (che so, quello ungherese...) li vedrebbe in piazza in difesa della libertà di espressione... anzi no, quella non gli garba, in difesa della licenza sic et simpliciter insieme ai loro alleati radical-liberal.
A Roma si dice (mi pare): ci sei o ci fai?  Ovvero: fingete come fingevano i vostri 'padri' quando, con la chiave del cancello del gulag sovietico appesa alla cintura, chiedevano più libertà e democrazia qui da noi? Oppure...? Io penso che i vostri padri furono degli assassini figli di puttana; ma che voi siate soltanto degli... idioti!

 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 17
Nessun evento
eurasiaG.jpg
CelticaCPA