--> -->
Art.21 della Costituzione italiana: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione."
CPA
Home Le Opinioni nostre feed-image
FINE DI UN EONE PDF Stampa E-mail
Scritto da Mario MARLETTA   
Domenica 03 Marzo 2013

Foto: Il KATECHON, la Potenza di Luce emanante dallo JUS ROMANUM, sta per spegnersi definitivamente nel mondo. Quando questo processo caotico sarà portato a compimento, l’empietà dilagherà al di là di ogni immaginazione: invero già se ne intravedono i segni. Allora nessun abominio sarà risparmiato a ciò che resta del genere umano e l’Anticristo dominerà da per tutto. Il KATECHON, la Potenza di Luce emanante dallo JUS ROMANUM, sta per spegnersi definitivamente nel mondo.

Quando questo processo caotico sarà portato a compimento, l’empietà dilagherà al di là di ogni immaginazione.

Invero già se ne intravedono i segni.

Allora nessun abominio sarà risparmiato a ciò che resta del genere umano e l’Anticristo dominerà da per tutto.

 
BUONE ELEZIONI. PDF Stampa E-mail
Scritto da Comunità Politica di AVANGUARDIA   
Giovedì 21 Febbraio 2013

Hamad bin Jassim al-Thani, sceicco qatariota amico dell’asse Tel Aviv-Washington, ha finanziato la campagna elettorale di Netanyahu e di Lieberman, ed è -comprensibilmente- uno dei piu’ strenui nemici del presidente siriano Assad e della repubblica islamica dell’Iran.

La sì detta “lega araba”, uno strumento dell’islam secolarizzato asservito all’imperialismo occidentale, sta perseguendo, come già ha fatto con la Jamahirya di al Qaddafi, l’isolamento della repubblica siriana. Questa politica viene condotta di pari passo all’arruolamento e al finanziamento di gruppi terroristici da infiltrare in siria attraverso la Turchia e la Giordania (altre due entità assai amiche dell’asse Tel Aviv-Washington).

Questa ostilità interislamica ha radici storicamente molto profonde, che si possono riassumere nel seguente modo: Iran, Siria e Hezbollah sono territori in cui ha attecchito l’islam shi’ita, cioè l’islam gnostico-esoterico, le cui radici affondano nella tradizione ario-pagana, mentre il resto dell’islam, definito superficialmente coll’attributo “sunnita”, raggruppa una galassia di dottrine di origine prevalentemente biblico-semitica che “compone” il sì detto “islam essoterico”.

I vertici dell’internazionale giudaica, consci di questa dicotomia “ontologica” esistente tra shi’iti e sunniti , hanno perseguito -nel corso degli ultimi secoli, in particolare- quel “divide et impera” che sta alla fonte di tutte le destabilizzazioni mediorientali attuali. Inutile aggiungere che il giorno in cui tutte le componenti islamiche facessero fronte comune, l’entità usurpatrice sionista –definita israele- avrebbe i minuti contati. La stessa Europa, liberato il medio oriente dal cancro giudeo-sionista e spazzati via dalla faccia della terra i suoi criminali dirigenti, rinascerebbe a nuova vita.

Attualmente una ristretta minoranza di consapevoli e' a conoscenza della reale influenza del si’ detto "israele" in tutti i governi europei, nei fatti delle tribune di marionette gestite dall’internazionale giudeo-sionista. La stessa Germania, la più ricca e potente nazione europea, il cui tributo a israele si concretizza ancora oggi sotto forma di indefiniti risarcimenti annuali per fantomatici “olocausti”, è come un centometrista costretto a correre con un cadavere sulle spalle.

Svendite dei patrimoni pubblici nazionali (Grecia, Italia, Irlanda, Spagna, Portogallo…) debiti pubblici, credit spread e tanti altri assurdi pretesti propagandati da tutti media sistemici servono solo a mantenere in vita questa funesta entità parassitaria. La Merkel in Germania, Cameron in Gran Bretagna, Hollande in Francia, Monti in Italia... Sono solo plenipotenziari dell’internazionale ebraica insediati in loco al solo scopo di depredare le risorse nazionali dei popoli.

Domenica prossima, quando vi recherete alle urne, ricordate che nessun simbolo concorrente sfugge a questo potere globale: il giorno in cui apparisse un movimento politico che aspirasse davvero a rovesciare questo sistema, i seggi elettorali verrebbero presidiati da divisioni corazzate in assetto di guerra.

Buone elezioni a tutti.

 
VOTANTONIO... PDF Stampa E-mail
Scritto da Mario MARLETTA   
Giovedì 21 Febbraio 2013

Dopo aver deposto assai opportunisticamente i panni del “tecnico” (cioè dell’affossatore della già asfittica economia italiota) e avere indossato quelli più presentabili del “politico”, il killer sociale Mario Monti presenta il suo“PROGETTO PER LA SICILIA”, una ulteriore estensione della PIOVRA GOLDMAN SACHS costruita all’ombra dell’Etna.

In un orgiasma di ingiustificata autostima ha ringraziato la ministra uscente Cancellieri, il cui operato in Sicilia avrebbe portato alla cattura di 68 pericolosi latitanti, allo scioglimento di 24 consigli comunali per infiltrazioni mafiose e, punto assai più interessante per i suoi padroni, al rastrellamento di beni materiali (a suo dire “mafiosi”) per un ammontare di circa 4 miliardi di euro. Inutile chiedergli quale sarà la destinazione di questi capitali. Proviamo ad azzardare una (non troppo) ipotetica filiera? Palermo-Roma-Tel Aviv!

Ora, malgrado altri Enti regionali continuino a produrre chissà quanti “Fiorito” e quante “Polverini”, il grigio “bocconiano” si è premurato di correre in Sicilia, là dove un “Crocetta” di troppo sta effettivamente “rompendo le uova nel paniere” ai suoi padroni d’oltre oceano. Per ciò che concerne la stazione di base satellitare di Niscemi, il MUOS, cioè il sistema mediante il quale la GLOBALIZZAZIONE DELLA GUERRA poggerà saldamente un piede sulla nostra Isola, così si è espresso: “Siamo ben consapevoli degli obblighi internazionali coi nostri alleati, la cui necessità non si discute”.

Non crediamo sia necessario profonderci in ulteriori commenti, a parte uno: il 24 e il 25 febbraio, VOTA ANTONIO LA TRIPPA!!

VOTANTONIO, VOTANTONIO, VOTANTONIO…

Foto: VOTANTONIO…   Dopo aver deposto assai opportunisticamente i panni del “tecnico” (cioè dell’affossatore della già asfittica economia italiota) e avere indossato quelli più presentabili del “politico”, il killer sociale Mario Monti presenta il suo“PROGETTO PER LA SICILIA” una ulteriore estensione della PIOVRA GOLDMAN SACHS costruita all’ombra dell’Etna. In un orgiasma di ingiustificata autostima ha ringraziato la ministra uscente Cancellieri, il cui operato in Sicilia avrebbe portato alla cattura di 68 pericolosi latitanti, allo scioglimento di 24 consigli comunali per infiltrazioni mafiose e, punto assai più interessante per i suoi padroni, al rastrellamento di beni materiali (a suo dire “mafiosi”) per un ammontare di circa 4 miliardi di euro. Inutile chiedergli quale sarà la destinazione di questi capitali. Proviamo ad azzardare una (non troppo) ipotetica filiera? Palermo-Roma-Tel Aviv! Ora, malgrado altri Enti regionali continuino a produrre chissà quanti “Fiorito” e quante “Polverini”, il grigio “bocconiano” si è premurato di correre in Sicilia, là dove un “Crocetta” di troppo sta effettivamente “rompendo le uova nel paniere” ai suoi padroni d’oltre oceano. Per ciò che concerne la stazione di base satellitare di Niscemi, il MUOS, cioè il sistema mediante il quale la GLOBALIZZAZIONE DELLA GUERRA poggerà saldamente un piede sulla nostra Isola , così si è espresso: “Siamo ben consapevoli degli obblighi internazionali coi nostri alleati, la cui necessità non si discute”. Non crediamo sia necessario profonderci in ulteriori commenti, a parte uno: il 23 febbraio, VOTA ANTONIO LA TRIPPA!!  VOTANTONIO, VOTANTONIO, VOTANTONIO…

 
ARISTOCRAZIA DELLO SPIRITO PDF Stampa E-mail
Scritto da Comunità Politica di AVANGUARDIA   
Mercoledì 20 Febbraio 2013

Nei giorni scorsi, l’imam Alì Khamenei, filosofo gnostico e capo spirituale della nazione iraniana, è intervenuto sul sì detto “problema nucleare iraniano”.

Smascherando, punto su punto, la malafede ebraico-statunitense, di un nemico che si esprime sempre con doppiezza, che parla di “diritti umani” mentre esporta sofferenze e morte sotto tutti i cieli, egli ha ribadito ancora una volta l’assoluta compattezza del popolo iraniano, comunque vincitore di fronte alle solite minacce giudaiche.

“Se avessimo voluto costruire l’arma atomica” - egli ha dichiarato- “l’avremmo già fatto da anni, e nessuno, nemmeno gli Stati Uniti d’America, avrebbe potuto impedircelo”.

L’Imam Khamenei, capo spirituale di una potenza mondiale che non si fa intimidire da nessuno, ha definito “ridicole” le proposte di “dialogo” occidentali, sottolinenando che non è possibile dialogare con dei bugiardi cronici, i quali, disponendo di mezzi di comunicazione totalmente asserviti alla menzogna giudaica, manipolerebbero qualunque risposta fornita dagli interlocutori iraniani.

In tutto il popolo iraniano è ancora ben vivo il ricordo delle pretestuose argomentazioni per mezzo delle quali si preparò il terreno all'invasione della repubblica irachena. A distanza di 11 anni, quegli stessi cospiratori vorrebbero attirare nella stessa trappola la dirigenza politica della repubblica islamica: fatica sprecata! La Repubblica Islamica dell'Iran, nel 34° anniversario della rivoluzione, si erge -invincibile- quale baluardo di giustizia e di civiltà, di bellezza e di arte contro la barbarie usuraia, guerrafondaia, avvelenatrice a conduzione giudeo-plutocratica.

HEIL KHAMENEI! HEIL IRAN!

Foto: NEI GIORNI SCORSI, L’IMAM ALI’ KHAMENEI, FILOSOFO GNOSTICO E CAPO SPIRITUALE DELLA NAZIONE IRANIANA, E’ INTERVENUTO SUL SI’ DETTO “PROBLEMA NUCLEARE IRANIANO”.  SMASCHERANDO, PUNTO SU PUNTO, LA MALAFEDE EBRAICO-STATUNITENSE, DI UN NEMICO CHE SI ESPRIME SEMPRE CON DOPPIEZZA, CHE PARLA DI “DIRITTI UMANI” MENTRE ESPORTA SOFFERENZE E MORTE SOTTO TUTTI I CIELI, EGLI HA RIBADITO ANCORA UNA VOLTA L’ASSOLUTA COMPATTEZZA DEL POPOLO IRANIANO DI FRONTE ALLE MINACCE GIUDAICHE.   “SE AVESSIMO VOLUTO COSTRUIRE L’ARMA ATOMICA”, EGLI HA DICHIARATO, “L’AVREMMO GIA’ FATTO DA ANNI, E NESSUNO, NEMMENO GLI STATI UNITI D’AMERICA, AVREBBE POTUTO IMPEDIRCELO”.  L’IMAM KHAMENEI, CAPO SPIRITUALE DI UNA POTENZA MONDIALE CHE NON SI FA INTIMIDIRE DA NESSUNO, HA DEFINITO “RIDICOLE” LE PROPOSTE DI “DIALOGO” OCCIDENTALI, SOTTOLINENANDO CHE NON E’ POSSIBILE DIALOGARE CON DEI BUGIARDI CRONICI, I QUALI, DISPONENDO DI MEZZI DI COMUNICAZIONE TOTALMENTE ASSERVITI ALLA MENZOGNA GIUDAICA, MANIPOLEREBBERO QUALUNQUE RISPOSTA DATA DAGLI IRANIANI.  LA REPUBBLICA ISLAMICA DELL'IRAN, NEL 34° ANNIVERSARIO DELLA RIVOLUZIONE, SI ERGE -INVINCIBILE- QUALE BALUARDO DI GIUSTIZIA E DI CIVILTA', DI BELLEZZA E DI ARTE CONTRO LA BARBARIE USURAIA, GUERRAFONDAIA, AVVELENATRICE A CONDUZIONE GIUDEO-PLUTOCRATICA.  HEIL KHAMENEI! HEIL IRAN!  La Comunità Politica di Avanguardia.

 
I SOLITI IDIOTI PDF Stampa E-mail
Scritto da Mario MARLETTA e Adriana NEGRONI   
Martedì 19 Febbraio 2013

Esistono sedicenti “camerati” i quali diffidano della Repubblica Islamica dell’Iran solo perché la sua componente razziale “ariana” non oltrepasserebbe la soglia di un “misero 7%” dell’intera popolazione. Esistono sedicenti “storici revisionisti” (come il britannico David Irving) i quali sostengono che gli “Ultimi discorsi di Hitler” sarebbero un grossolano falso storico, creato ad hoc dal banchiere svizzero François Genoud. Per chi non lo sapesse o non lo rammentasse, è anche da quei discorsi che si intuisce il profondo affetto nutrito dal Fuehrer nei confronti di tutti i popoli vessati dall’imperialismo anglo-giudaico, Musulmani in primis. Esistono –sopra tutto- sedicenti “camerati” in grado di concepire siffatte, “acute” elucubrazioni:

1) “Mahmud Ahmadinejad è piccolo e scuro”;

2) “la maggior parte della popolazione iraniana mostra un incarnato olivastro assai più simile all’elemento arabo che non allo scandinavo”;

3) “gli Iraniani si battono per la liberazione di Qud (Gerusalemme), ma invocano il ritorno degli invasori della Palestina in Europa”;

4) “la religione islamica è uno dei tre monoteismi e in quanto tale nemico giurato del paganesimo europeo”;

5) “il profeta Muhammad, per avere impalmato una minorenne, avrebbe meritato di essere accusato di pedofilia e incarcerato”;

6) “la massiccia immigrazione islamica sta inquinando la "razza bianca d'Europa" (?) e sta lentamente sostituendosi al cristianesimo”.

Queste osservazioni, spesso e nel medesimo ambiente, vanno sottobraccio ad altre ancor più “acute intuizioni”, comunque proferite dai medesimi personaggi:

7) “il nazionalsocialismo e il fascismo hanno annoverato tra le proprie file molti ebrei: è, dunque, corretto,"combattere al fianco dei sionisti", molto più vicini agli europei, e dal punto di vista culturale e -perché no?- dal punto di vista somatico -nella lotta contro il "terrorismo islamico" ” (sic!).

 

Leggi tutto...
 
UN PESSIMO AUSPICIO PDF Stampa E-mail
Scritto da Comunità Politica di AVANGUARDIA   
Venerdì 15 Febbraio 2013

Per l’elezione del prossimo papa è necessaria una MAGGIORANZA DEI DUE TERZI (2/3): così ha stabilito il PAPA DIMISSIONARIO Joseph Ratzinger, che qualcuno ha definito come il SERVO DELL’ANTICRISTO.

Ratzinger, cancellando l'ipotesi della maggioranza semplice della metà più uno degli elettori, è andato a ritoccare, con un'importante modifica nel regolamento per l'elezione in conclave del sì detto “sommo pontefice”, la costituzione apostolica "Universi dominici gregis" promulgata nel 1996 da Wojtyla, che stabiliva che si sarebbe potuto procedere a votazioni per le quali fosse sufficiente la sola maggioranza assoluta, qualora gli elettori non avessero trovato un'intesa dopo il 33° e 34° scrutinio.

Particolare di non trascurabile importanza: la regola della maggioranza dei 2/3 appare come qualcosa di assolutamente allarmante, data la valenza simbolica del rapporto di 2 fratto 3, il cui risultato è 0,666 periodico, cioè il numero della BESTIA. Ciò significa che il prossimo, sì detto “PONTEFICE ROMANO” verrà eletto da una percentuale di maggioranza il cui numero è di auspicio pessimo.

A voi le conclusioni.

 
IN MEMORIA DELLE VITTIME DI DRESDA. PDF Stampa E-mail
Scritto da Comunità Politica di AVANGUARDIA   
Mercoledì 13 Febbraio 2013
DRESDA 13-14 FEBBRAIO 1945.

OLOCAUSTO EBRAICO? SCIOCCHEZZE DA PROPINARE AGL’IMBECILLI TELELOBOTOMIZZATI.

QUESTO MASSACRO E’ REALE, NON SIMULATO SUGLI SCHERMI DELLE TELEVISIONI DI REGIME; MA NON CI SARA’ NESSUN “NAPOLITANO”, NESSUN “MONTI”, NESSUN ALTRO FANTOCCIO EBRAIZZATO CHE NE CELEBRERA’ MAI LA MEMORIA.
 
Altri articoli...
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 17
Nessun evento
ebrguerra.resized.jpg
CelticaCPA