--> -->
Art.21 della Costituzione italiana: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione."
CPA
Home La Comunità comunicati Ennesimo attacco giudiziario contro il professor FAURISSON
Ennesimo attacco giudiziario contro il professor FAURISSON
Lunedì 03 Marzo 2014

Ennesimo processo, il 20 febbraio scorso, contro il professor Robert Faurisson, 85 anni compiuti in gennaio, ma sempre combattivo.

Perché una persona anziana è finita ancora nel mirino dei Giudici del Pensiero ?

Faurisson e Lady Michelle Renouf a TeheranFaurisson e Lady Michelle Renouf a Teheran

Perché nel dicembre 2006 egli ha partecipato, a Teheran, in Iran, al Convegno per una visione globale sull'”Olocausto”, convegno che ha visto la partecipazione di un gran numero di relatori da tutto il mondo, sia revisionisti che opposti al revisionismo olocaustico.

L'intervento di Faurisson - “Vittorie revisioniste” - è stato particolarmente incisivo (ricavatane una copia dalla Rete, nell'aprile successivo l'abbiamo consegnata al professor Claudio Moffa al convegno da lui promosso all'Università di Teramo; il testo è stato opportunamente edito dalla Effepi di Genova nel 2007).

Mentre era in corso la conferenza a Teheran, Jacques Chirac, allora presidente della repubblica (si fa per dire) francese, aveva preso la parola in pubblico asserendo che la partecipazione del professor Faurisson era intollerabile e che egli, Chirac, chiedeva che fosse iniziata un'inchiesta sul conto di Faurisson.

Perseguito dunque per la sua partecipazione al Convegno, il professore ha pertanto deciso di contestare la Legge Fabius-Gayssot, ossia la legge liberticida del 1990 contro la libera espressione sulla questione olocaustica, che porta le firme di Laurent Fabius, della nota lobby, e di Jean-Claude Gayssot, comunista (in perfetta simbiosi);

legge voluta dal B'nai B'rith, la potente massoneria esclusivamente ebraica, che “nel settembre 1987 (..) chiedeva la promulgazione di una legge speciale che condannasse ogni ricerca storica critica indipendente su certi episodi ed avvenimenti della Seconda Guerra mondiale, in particolare sulle camere a gas” (1);

contestazione che Faurisson attua per mezzo di una Questione Prioritaria di Costituzionalità, chiedendo che venga sospesa la procedura nei suoi confronti.

Faurisson in copertina della rivista The RevisionistFaurisson in copertina della rivista The Revisionist

Il 3 aprile prossimo sarà resa nota la decisione del tribunale relativamente alla QPC (Questione Prioritaria di Costituzionalità). Il tribunale dirà se questa QPC sarà trasmessa o no alla Corte di Cassazione che,

Il 3 aprile prossimo sarà resa nota la decisione del tribunale relativamente alla QPC (Questione Prioritaria di Costituzionalità). Il tribunale dirà se questa QPC sarà trasmessa o no alla Corte di Cassazione che, a sua volta, esprimerà il suo parere su un eventuale inoltro al Consiglio costituzionale (2).

 

Note:

  1. E. Ratier: Misteri e segreti del B'nai B'rith, Sodalitium, Verrua Savoia, 1995, p.295
  2. andreacarancini.blogspot.it/2014/02/che-cosa-e-accaduto-al-processo-del-html
 
Nessun evento
camerati_addio.jpg
CPA_wb_210x188 (6K) Comunità Politica di Avanguardia
CelticaCPA