--> -->
Art.21 della Costituzione italiana: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione."
CPA
Home Le Opinioni nostre LA COLONIA ITALIOTA METTE ANCORA A DISPOSIZIONE LE "SUE" BASI AEREE.
LA COLONIA ITALIOTA METTE ANCORA A DISPOSIZIONE LE "SUE" BASI AEREE. PDF Stampa E-mail
Scritto da Mario MARLETTA   
Lunedì 21 Gennaio 2013

La colonia-Italia è pronta a fornire il proprio appoggio logistico alle operazioni di guerra "francesi" in Mali. Ad annunciarlo il ministro degli Esteri uscente, l’ebreo Giulio Terzi di Sant’Agata, a conclusione di un consiglio straordinario dei ministri degli esteri dell'Unione Europea a Bruxelles.

Un anno e mezzo fa, Berlusconi si prostrò dinanzi al padrone, quando fu il momento di massacrare il popolo libico. Oggi, un esecutivo fallimentare oramai dimissionario segue il medesimo iter con la popolazione del Mali, a dimostrazione, l’ennesima, di chi comandi davvero in questa disgraziata terra.

Questa notizia conferma la criminale continuità di una colonizzazione a cui l’Italia è incondizionatamente soggetta, senza “se” e senza “ma”, oramai da settant’anni.

Questa sedicente “repubblica” (nei fatti una pura e semplice cleptocrazia), nata dal tradimento, perpetuatasi con le stragi di piazza, continua imperterrita, nel solco inaugurato a Portella della Ginestra, a farsi beffe dei sogni e della salute della gente comune, e solo per soddisfare le criminali paturnie di un padrone senza onore.

 
Nessun evento
ebrguerra.resized.jpg
CelticaCPA