--> -->
Art.21 della Costituzione italiana: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione."
CPA
Home Le Opinioni nostre Il nostro solstizio, le nostre letture, enzo ristagno comunità politica di avanguardia liguria
Il nostro solstizio, le nostre letture, enzo ristagno comunità politica di avanguardia liguria PDF Stampa E-mail
Scritto da Enzo Ristagno   
Martedì 15 Gennaio 2013

stella, 21-12-2012



celebriamo l’eterno ritorno dell’astro celeste, il mistero che da ordine al mondo e al sovramondo

“purificati, medita, esplora te stesso, armonizzati, mettiti all’unisono con il tutto, concentrati in perfetto equilibrio e armonia, dimentica il corpo e risveglia i tuoi sensi interiori, ascendi un gradino dopo l’altro e nascerai a vita nuova…si tratta di compiere un’opera e non di attendere inerti la grazia”

Reghini

Dalla fiamma ardente simbolo del sacro per eccellenza prendiamo luce e calore e manteniamoli vivi nelle nostre anime e nei nostri cuori

“solo la luce che emana nobile e leale dall’eroe potra dissipare le tenebre con cui l’infamia ha oscurato il mondo”

C.Z. Codreanu

L’ordine cui noi ci riferiamo e l’ordine naturale delle cose dove dio patria famiglia hanno tutt’altra accezione che non quella cui siamo abituati.

“nella formula solve et coagula e contenuto il segreto della grande opera in quanto questa riproduce il processo della manifestazione universale”

Guenon

Il nostro Dio, in tal senso, e il sole

“il sole simboleggia il principio maschile della manifestazione universale”

Guenon

Il sole permette alla natura di esprimersi in armonia nella visione del mondo dove il visibile e espressione dell’invisibile e dove cio che sta in alto sta in basso e viceversa. Qui non esistono il bene e il male in senso dualista, nell’Uno ci sono entrambi.

“il divino e in cio che vive, i nostri antenati andavano nelle foreste a onorare Dio, salutavano la sua luce che si alza ogni mattina”

Da fede e azione manuale in uso ai giovani nazionalsocialisti tedeschi

La nostra patria e la nostra idea, quella che identifica nel nous, nell’intelletto cosmico, nella scintilla del sacro, l’uomo nuovo che altro non e che l’uomo arcaico discendente dagli abitanti di atlantide, gli arii, gli iperborei.

“questo e un viaggio che richiede uomini audaci e dal cuore vivente”

Attar

La nostra patria e il nostro sangue

“tu porti nel tuo sangue la santa eredita dei tuoi antenati, tutti loro vivono in te, percio il tuo sangue e sacro…razza significa essere capaci di pensare in un certo modo”

Da fede e azione

La nostra famiglia e la nostra valchiria, per riuscire, cioe uscire individuandosi, in questo mondo dominato dal golem di sion, l’uomo nuovo non potra comunque farcela senza un aiuto da al di la delle stelle

“dovra farlo col pensiero della sua amata, della sua valchiria nella mente e nel cuore…solo nel sangue potranno ricevere quel fuoco quella potenza quella volonta, quell’amore senza amore, freddo e ardente che li porta a superare tutte le prove…ai corpi nudi degli amanti sono cresciute le ali, il coito diventa un volo astrale congiunto per ricreare il corpo astrale, per staccare in modo attivo le coscienze dai condizionamenti corporali: distacco”

M. Serrano

Uscire individuandosi, la Via verso il centro.

Sempre la famiglia ci permette di continuare nell’opera d’arte che e la continuazione del sangue del nostro sangue

“tu non solo hai il diritto ma anche il dovere di trasmettere il tuo sangue ai tuoi figli perche sei membro di una catena di generazioni che giungono dal passato e proseguono verso l’eternita”

Da fede e azione

Definiamo il senso che diamo alle parole, il nulla, il vuoto, da una parte, nel divenire, sono l’espressione della decadenza rispetto ai principi primi, quindi un’assenza, una privazione, ma quando entriamo nel dominio del se quest’assenza diventa perfezione

“come il fuoco acceso riduce in cenere il combustibile cosi il fuoco della conoscenza riduce in cenere tutte le azioni.. solo colui che agisce senza riporre speranza alcuna nel frutto delle azioni che deve compiere e non colui che non attende al fuoco del suo focolare e resta inattivo”

Bhagavad gita

Sul piano orizzontale sia nell’essere che nell’avere tanto realizzare una passione cosi come possedere un oggetto e causa di di successive insoddisfazioni, in quanto si cerchera una passione piu forte o un altro oggetto da possedere, e la mercificazione dell’individuo, che diventa cosi, oggetto tra gli oggetti, situazione derivante dall’assenza del sacro nel quotidiano.

“il semplice carattere di perfezione dell’atto causa il piacere puro e positivo”

Aristotele

Non c’e il bene ne il male e soprattutto non c’e l’utilita.

“qualcosa e reale solo nella misura in cui sia voluta, quella realta delle cose che non puo dirsi voluta e privazione, questa privazione significa ‘non potere’, il non potere puo assumere il significato di ‘in potenza’ cioe rappresentare un differenziale suscettibile ad essere risolto nell’atto dell’individuo assoluto, in questo atto e altresi l’atto del mondo della natura”

Evola

Allo stesso modo, dall’altra parte, nel se, bisogna creare il vuoto tendendo al centro usando sia la volonta sia l’immaginazione creativa per ottenere l’agire senza agire, l’agire senza sforzo, con distacco dalla ruota delle cose.

“non esiste esercito vittorioso come quello che non ha mai combattuto”

Lao tse

Da questa magia nasce l’ordine, rinasce, come il sole, si ri-crea tramite volonta e immaginazione creativa il reale delle cose e dell’altro.

“finalmente il mio gran cuore futurista ha vinto la sua millenaria battaglia contro le sbarre del torace, mi e balzato fuori dal petto il mio cuore ed e lui che mi solleva e mi porta col suo turbine sanguinolento d’arterie, elica spaventosa, che gira nel cielo”

Marinetti

Ed e qui che si dissolve in questo luogo dell’anima, del cuore, con armonia l’apparente ossimoro liberta predestinazione, come nel platoniano mito di Er, noi nasciamo con un destino prenatale e siamo liberi di arrivare al centro realizzandolo, superando le illusioni, il nulla dell’io, facendo il vuoto nel se, e scoprendo cosi qual e la nostra funzione quella liberta che per Meister Eckart e “quest’essenza che arde e fiammeggia senza posa”

“i giochi che faccio sono principalmente giochi da bambini giochi felici ma anche giochi d’amore, di mistero, di stupore, scusate i miei giochi di paura e gelosia, dopo tutto sono ancora uno studente di vita, forse la prossima volta saranno tutti giochi d’amore ma allora saro in un altro mondo”

Eric burdon

Una volta Joshu chiese al maestro Nansen

Cos’e il Tao

Nansen rispose, la mente comune e il Tao

Dovremmo dirigerci verso di esso o no?

Se cerchi di dirigerti verso di esso te ne allontani

Joshu continuo

Se non cerchiamo, come possiamo sapere cos’e il Tao

Nansen rispose

Il Tao non appartiene al sapere o al non sapere, sapere e illusorio, non sapere e assenza di idee. Se veramente raggiungi il Tao del non dubbio, e come il grande vuoto, cosi vasto e illuminato. Come puo allora esserci il giusto e lo sbagliato nel Tao?

A queste parole Joshu fu illuminato

 

 
Nessun evento
camerati_addio.jpg
CelticaCPA