--> -->
Art.21 della Costituzione italiana: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione."
CPA
Home Le Opinioni nostre Golpe in corso d’opera
Golpe in corso d’opera PDF Stampa E-mail
Scritto da Mario MARLETTA e Adriana NEGRONI   
Giovedì 10 Novembre 2011

Al tramonto di uno degli anni più funesti della storia d’Italia, evento più significativo della defenestrazione di berlusconi non sarebbe potuto accadere. La giudeo-plutocrazia mondialista ha gettato la sua maschera di intollerabili ipocrisie! Finalmente, anche l’ultimo tele-lobotomizzato avrà modo di scoprire chi governi davvero questo sciagurato Paese.

Chi osserva che i “nostri” rappresentanti politici mostrino arrendevolezza nei confronti della sì detta “commissione europea”, mente sapendo di mentire! Questa spregevole classe politicante-mandataria non è arrendevole, tutt’altro: essa svolge il compito assegnatole nel migliore dei modi.

Oggi, è divenuto fin troppo evidente che, da napolitano in giù (o in su?), centinaia di grigi burocrati vengano strapagati al solo scopo di sorvegliare il saccheggio progressivo di ogni bene e di ogni risorsa umana, di consentire lo stritolamento dei giovani, dei lavoratori, degli ottuagenari, dei malati terminali e degli storpi, raccontando, di tanto in tanto, qualche favola sulla “crescita”, sulla “parità del bilancio” a compiacenti intervistatori di regime.

La nomina alla carica di senatore a vita (in attesa di ben più cospicui incarichi) dell’ebreo mario monti, agente finanziario della goldmann sachs, della trilateral commission, del bilderrberg group… dà il via all’ennesimo colpo di Stato all’italiana, qualcosa di simile a quanto accaduto nella primavera del 1993, col concorso del gangster finanziario livornese carlo azeglio ciampi.

Da ora in poi, nessuna classe sociale potrà ritenersi immune dai progettati euro-salassi! Innalzamento dell’età pensionabile fino alla soglia sepolcrale, drastiche amputazioni salariali ai dipendenti della pubblica amministrazione, privatizzazione coatta del residuale patrimonio di Stato (?), ulteriore atomizzazione delle agonizzanti garanzie sindacali, diverranno, ben presto, fatto compiuto in ogni interstizio della colonia-italia!

L’attendismo berslusconiano, degno del miglior “cunctator” romano-punico, appartiene ormai alla storia. Sequela di pubbliche umiliazioni, di mortificazioni internazionali (ad esempio: l’aggressione alla Libia), il plutocrate di Arcore, il fido “amico di israele”, non avrebbe potuto ricevere dai suoi compagni di merende. Come dire che, a servire il Demonio in persona, s’ha tutto da guadagnare!

Certo, se ad annegare nei loro stessi escrementi ci fossero solo berlusconi e i suoi compari (“lega nord” compresa), sarebbe il caso di festeggiare per tre giorni e per tre notti, senza interruzione, nella migliore “tradizione” della karnavalnation. Purtroppo, non sarà così, e ad esser sacrificati sull’altare sconsacrato del mondialismo, come sempre, saranno i più deboli.

 
Nessun evento
ebrguerra.resized.jpg
CelticaCPA