--> -->
Art.21 della Costituzione italiana: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione."
CPA
Home Le Opinioni nostre In morte di Muhmmar Gheddafi
In morte di Muhmmar Gheddafi PDF Stampa E-mail
Scritto da Mario MARLETTA   
Lunedì 31 Ottobre 2011

Il 20 ottobre scorso, il potere economico globale, auto-proclamatosi sterminatore di popoli e nazioni, ancora una volta ha osato sollevare la sua mano su un capo. Il regicidio, intollerabile abominio puntualmente consumato laddove la seduzione demoniaca del capitale ha meglio allignato, non è ignoto alle masse. La teoria è lunga, e si estende, nel tempo, molto più all’indietro di Piazzale Loreto. Ci vengono in mente due martiri del proto-capitalismo protestante: Maria di Scozia e Carlo d’Inghilterra, entrambi vittime sacrificali del medesimo, tentacolare carnefice. Noi viventi, abbiamo assistito alla liquidazione sistematica di Ceausescu, Milosevic, Saddam Hussein: uomini politici assai diversi, accomunati da una sola caratteristica: l’essere stati, essi, capi reali delle loro rispettive comunità nazionali (fenomeno intollerabile a una sola specie pullulante).

“DIO E POPOLO”, nessun altro si frapponga a questa intemporale, indistruttibile liaison (pei secoli dei secoli!)… “dio” e “popolo” sì! ma di Israele (non si accettano altri “avventori” nell’osteria cosmica dei figli di jahvé). E’ questa la PIRAMIDE SENZA VERTICE che si va costruendo da millenni (a che l’affarismo senza regole dilaghi da per tutto)! In fondo, non furon liquidati, allo stesso modo, Luigi XVI e famiglia, Nicola II e famiglia? E’, dunque, davvero tanto difficile scorgere un medesimo, comune denominatore in eventi così sciagurati, distanti nel tempo e nello spazio?

Ci viene raccontato, al livello disinformativo più grossolano, che fosse necessario disarmare un tiranno nemico del popolo; su un piano meno volgare, ci vien detto che l’Occidente deve estromettere la Cina dall’Africa, in vista della resa dei conti finale; ma anche questa è solo una mezza verità umanoide. Quanto al potere di dissuasione, monito da intimare alle future generazioni: quale strumento più efficace della tele-mondo-visone-satellitare (al-jazeera-cnn-rainews24…), capace di penetrare nei più reconditi interstizi della cittadella globale, e di-vulgare ciò che nemmeno le plebi di Campo di Marte riuscivano a sopportare senza essere sopraffatte dal vomito? Orrore?.. Scandalo?.. Disgusto?.. E’ ciò che si vuole fortemente, più di ogni svalutazione monetaria! Non stiamo tutti imparando, giorno dopo giorno, a tollerare l’intollerabile, a degradarci, senza volerlo, senza capirlo, in una inarrestabile descensio ab inferos, ancor più nauseabonda in quanto banalizzata? Dunque, perché fingere di stupirsi? In fondo, mancano solo pochi istanti ancora allo scoccar della MEZZANOTTE!

 
Nessun evento
degrelle_1.jpg
CelticaCPA