--> -->
Art.21 della Costituzione italiana: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione."
CPA
Home La Comunità comunicati Resistenza popolare valsusina
Resistenza popolare valsusina
Martedì 05 Luglio 2011

Resistenza popolare valsusina

Lo scorso 3 luglio, settantamila unità NO_TAV hanno manifestato contro l'implementazione della linea ferroviaria ad alta velocità Torino-Lione,parte del progetto prioritario TEN-T n.6 pianificato dall'UE.

Nelle cittadine di Chiomonte, Exilles, Giaglione un eterogeneo convoglio popolare ha posto sotto assedio le robotizzanti truppe telecomandate dal mondano sofà del viminale, presieduto dal pregiudicato secessionista Roberto Maroni. Lungi dalla stigmatizzazione degli imbrattacarte al soldo dell'alta imprenditoria, l'omonima COMUNITA' esprime la massima solidarietà all'ondata torrenziale, nonché genuina, del Popolo No-Tav. Simbolo di una chiara e netta coscienza popolare volta all'esplicita condanna di ogni forma di speculazione, ai danni del popolo, e deturpazione del territorio, condotta indiscriminatamente da governi fraudolenti. Gli stessi, si alternano vicendevolmente nella soggiogante amministrazione usurocratica legittimata(?) da un'investitura raccattata ai più "accorti" e usurpata agli ingenui-sulla base di una parvente composizione dicotomica dell'organo denominato complesso(e noi aggiungiamo...'stonato'...): ricettacolo della borghesia destrosinistrorsa che brandisce la bandiera biancazzurrina-.

Il Movimento No-Tav rappresenta la legittima Volontà della maggioranza Valsusina: cittadini, sindaci e rappresentanti politici della Val di Susa hanno raccolto migliaia di firme contro la TAV. L'inottemperanza del governo-organo di un ordinamento sottordinato all'UE (la corte costituzionale si prostra ai cospetti della corte di giustizia!) con deroga ai principi fondamentali e diritti inviolabili della costituzione (e il secondo comma dell'art.1 cost., VOI costituzionalisti, ve lo siete nascosti nell'orifizio?!)- rispetto alla volontà popolare rappresenta l'ennesima manifestazione del cancro partitocratico. Lo stesso persegue un indirizzo politico antitetico agli interessi e alla volontà popolare.

Il dissenso manifestato dalle Forze NO-TAV rappresenta un più ampio malessere in cui verte il popolo italiano, causato da politiche destabilizzanti perpretuate dall'oligarchia mondialista. La risposta delle forze Realmente Antagoniste deve portare, lungi da funzionali(al sistema!) ed anacronistiche contrapposizioni, alla formazione di unico Fronte Antimondialista: spodestiamo i burattini dell'Alta Finanza! Costruiamo uno Stato Popolare, Nazionale e Socialista!!!

C.P.A. contro ogni forma di precarizzazione della vita!

C.P.A. contro l'omologazione delle lobotomizzate menti della borghesia italiota!

C.P.A. al fianco dei diseredati e degli oppressi per l'Autodeterminazione del POPOLO SOVRANO!!!

 
Nessun evento
degrelle_1.jpg
CPA_wb_210x188 (6K) Comunità Politica di Avanguardia
CelticaCPA