--> -->
Art.21 della Costituzione italiana: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione."
CPA
Home
Benvenuti nel sito ufficiale della
Comunità Politica di Avanguardia!
anti_usa (15K) boycottisraele (9K)
Il viaggio “purificatore” di Matteo Salvini PDF Stampa E-mail

Dal n° 358 - Aprile 2016

Articoli - Mensile
Scritto da Daniele PROIETTI   
Venerdì 01 Aprile 2016

La storia si ripete, inesorabilmente. Dopo Gianfranco Fini un altro aspirante capo di quello sgangherato carrozzone chiamato destra italiana compie l’immancabile viaggio verso Israele, alla ricerca del consenso da parte dei padroni per poter concorrere senza problemi alla carica di governatore della colonia Italia.

Così, come un ragazzo che dopo mesi di frequentazione decide di fare il grande passo e conoscere i genitori della ragazza, Matteo ha rotto gli indugi e si è imbarcato su un aereo direzione Tel Aviv, colmo di rispetto cortigiano e di speranze per il proprio futuro politico. Le più rosee aspettative sono state ampiamente superate: gli incontri con esponenti del governo israeliano, infatti, si sono svolti in un clima che è andato oltre la cordialità, in quanto si è registrata un assoluta unità di intenti, sia per ciò che riguarda tematiche di politica interna riguardanti la sicurezza, materia per la quale l’ex nordico (ora nazionale) Salvini ha definito Israele come paese all’avanguardia da cui perciò trarre insegnamenti, sia per quel che concerne la politica estera, in cui si è concordato nel definire, durante l’irrinunciabile visita allo Yad Vashem (geloso custode della favola olocaustica), in cui c’è stata la consueta foto con in dosso la Kippah, che però il segretario della Lega non ha voluto fosse pubblicata, (forse per non essere ulteriormente deriso e smascherato nel suo doppiogiochismo che lo porta da una parte a sostenere il legittimo governo Assad per attrarre a se un certo tipo di elettorato e dall’altra lo vede impegnato nel visitare Israele), i terroristi dell’Isis come “nuovi nazisti” (aggiungete “z” a volontà).

Leggi tutto...
 
Lettera della Guida della Rivoluzione Islamica dell’Iran a tutti i giovani dei paesi occidentali PDF Stampa E-mail
Articoli - le nostre opinioni
Scritto da Andrea CIOCCA   
Lunedì 07 Dicembre 2015

Risultati immagini per khamenei

Col Nome d’Iddio, il Misericordioso, il Benevolo

A tutti i giovani dei paesi occidentali.

Gli amari eventi causati in Francia dal cieco terrorismo, mi hanno indotto, ancora una volta, a parlare con voi giovani.
Per me è assai rammarichevole che siano questo tipo di eventi a predisporre il terreno del dialogo, ma il fatto è che se le questioni dolorose non predispongono un terreno per cercare soluzioni e un mezzo per consultarsi, allora il danno diventa doppio.
La sofferenza di ogni essere umano, in ogni punto del mondo, è di per sé rattristante per i suoi simili. Vedere un bambino che perde la vita davanti ai suoi cari, una madre la cui famiglia passa dalla gioia al lutto, un marito che porta con fretta il corpo senza vita della moglie in un angolo, e lo spettatore che non sa che dopo alcuni istanti assisterà all’ultimo atto della sua vita, non sono scene che non suscitino le emozioni e i sentimenti umani. Chiunque provi un minimo di affetto e abbia un minimo di umanità, rimane turbato e addolorato nel vedere queste scene, sia che accadano in Francia, sia in Palestina, Iraq, Libano o Siria.
Sicuramente, anche un miliardo e mezzo di musulmani provano gli stessi sentimenti, e aborriscono e sono disgustati dai responsabili e dai mandanti di queste stragi, ma la questione è che, se i dolori di oggi non serviranno a costruire un futuro migliore e più sicuro, si ridurranno inevitabilmente solo in amari ed infruttuosi ricordi.

Leggi tutto...
 
In ricordo di Romano Preziosi PDF Stampa E-mail
Comunicati - comunicati CPA
Scritto da Comunità Politica di Avanguardia Chieti   
Sabato 08 Agosto 2015

La morte non ci porta via completamente la persona stimata e presa ad esempio, rimane sempre la sua opera, che incita a continuare nella lotta.

Purtroppo accade in un solo momento quello che vorremmo non accadesse mai. La scomparsa improvvisa ci lascia sgomenti e prostrati dal dolore. Speriamo che il caro Romano nei Regni dei Cieli abbia pace e serenità. Facciamoci coraggio, purtroppo il destino è un mare senza sponde che con improvvisa furia ci sommerge e ci annulla. Ciò che ci arriva senza essere chiamato è destino al quale nessuno può sfuggire.

Facciamoci coraggio: il nostro cuore nero, il nostro dolore è unito alla Sua famiglia…

 

CAMERATA ROMANO, PRESENTE!

PER SEMPRE NELLA NOSTRA MEMORIA!

 
Gli ebrei hanno voluto la guerra PDF Stampa E-mail
Recensioni - dal Blog
Scritto da Administrator   
Domenica 23 Agosto 2015

Autori: Luchini, Evola, Scaligero, Preziosi.
Titolo: Gli ebrei hanno voluto la guerra
Formato: 15 x 21 brossura
Data di pubblicazione: 2015
Pagine: 80 Prezzo: 15 Euro


Dopo anni di oblio, finalmente disponibile la ristampa integrale di un testo indispensabile per comprendere che i veri responsabili del secondo conflitto mondiale furono l ' ebraismo internazionale e le servili potenze democratiche occidentali.
Il volume, pubblicato per la prima volta nel 1942 ed ora riproposto dalle Edizioni di Avanguardia, contiene gli scritti di cinque tra i più qualificati studiosi del tempo sulla “questione ebraica ”.
Attraverso i loro lucidissimi saggi gli Autori ci illustrano i retroscena e le motivazioni che nel 1939 portarono l'internazionale ebraica a dichiarare guerra alla Germania Nazionalsocialista.
Completano il volume il memoriale che Giovanni Preziosi inviò all'inizio del 1944 al Duce e due scritti di Maurizio Lattanzio.

 
Gianantonio Valli ci ha lasciati PDF Stampa E-mail
Comunicati - comunicati CPA
Scritto da Comunità Politica di Avanguardia   
Venerdì 24 Luglio 2015

Grave lutto nel mondo non-conformista di chi si oppone al progetto mondialista dei Bush, Napolitano, Monti, Renzi.

 

Milano, giugno 2000. Il Dott. Gianantonio Valli (a dx), lo storico revisionista Juergen Graf (al centro) ed un amico di Valli al Convegno presso il Centro Le Stelline su  Milano, giugno 2000. Il Dott. Gianantonio Valli (a dx), lo storico revisionista Juergen Graf (al centro) ed un amico di Valli al Convegno presso il Centro Le Stelline su "Giustizia di Palazzo e democrazia totalitaria", dove Graf era uno dei relatori

Ieri ci ha lasciato il Dr. Gianantonio Valli. Aveva iniziato presto ad affiancare la professione medica con gli studi sulla seconda guerra mondiale, il cinema, il Mondialismo, il revisionismo olocaustico, che regolarmente sfociavano in corposi volumi, in particolare dalla Editrice Effepi di Genova, specializzata in opere sul
Terzo Reich: Il prezzo della disfatta, , La Rivolta della Ragione (sulla persecuzione degli storici revisionisti e sui vecchi combattenti europei), Holocaustica Religio, Operazione Barbarossa, I complici di dio-Genesi del mondialismo, titanica opera che non ha eguale a livello mondiale, che affronta i temi sovra citati con la sua consueta akribeia (200 pagine di bibliografia di opere nelle maggiori lingue europee ed in inglese).

 

La perdita dell'amatissima sposa Mina, due anni fa, gli ha provocato una fortissima depressione dalla quale non è più riuscito a riprendersi, se non in brevi periodi.

La Comunità Politica di Avanguardia abbruna die Fahne in segno di rispetto per un grande combattente.

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 12
Nessun evento
Hitler_x_1000_anni.jpg
Ultimi articoli:
Nessun evento
CelticaCPA