--> -->
Art.21 della Costituzione italiana: "Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione."
CPA
Home
Benvenuti nel sito ufficiale della
Comunità Politica di Avanguardia!
anti_usa (15K) boycottisraele (9K)
Gli ebrei hanno voluto la guerra PDF Stampa E-mail
Recensioni - dal Blog
Scritto da Administrator   
Domenica 23 Agosto 2015

Autori: Luchini, Evola, Scaligero, Preziosi.
Titolo: Gli ebrei hanno voluto la guerra
Formato: 15 x 21 brossura
Data di pubblicazione: 2015
Pagine: 80 Prezzo: 15 Euro


Dopo anni di oblio, finalmente disponibile la ristampa integrale di un testo indispensabile per comprendere che i veri responsabili del secondo conflitto mondiale furono l ' ebraismo internazionale e le servili potenze democratiche occidentali.
Il volume, pubblicato per la prima volta nel 1942 ed ora riproposto dalle Edizioni di Avanguardia, contiene gli scritti di cinque tra i più qualificati studiosi del tempo sulla “questione ebraica ”.
Attraverso i loro lucidissimi saggi gli Autori ci illustrano i retroscena e le motivazioni che nel 1939 portarono l'internazionale ebraica a dichiarare guerra alla Germania Nazionalsocialista.
Completano il volume il memoriale che Giovanni Preziosi inviò all'inizio del 1944 al Duce e due scritti di Maurizio Lattanzio.

 
In ricordo di Romano Preziosi PDF Stampa E-mail
Comunicati - comunicati CPA
Scritto da Comunità Politica di Avanguardia Chieti   
Sabato 08 Agosto 2015

La morte non ci porta via completamente la persona stimata e presa ad esempio, rimane sempre la sua opera, che incita a continuare nella lotta.

Purtroppo accade in un solo momento quello che vorremmo non accadesse mai. La scomparsa improvvisa ci lascia sgomenti e prostrati dal dolore. Speriamo che il caro Romano nei Regni dei Cieli abbia pace e serenità. Facciamoci coraggio, purtroppo il destino è un mare senza sponde che con improvvisa furia ci sommerge e ci annulla. Ciò che ci arriva senza essere chiamato è destino al quale nessuno può sfuggire.

Facciamoci coraggio: il nostro cuore nero, il nostro dolore è unito alla Sua famiglia…

 

CAMERATA ROMANO, PRESENTE!

PER SEMPRE NELLA NOSTRA MEMORIA!

 
LA “CRISI” PDF Stampa E-mail
Articoli - le nostre opinioni
Scritto da Administrator   
Mercoledì 22 Luglio 2015

In questo scritto si analizzerà brevemente lo sfacelo politico attuale; si enumereranno eventi apparentemente eterogenei (come la “decolonizzazione” del terzo mondo, le migrazioni umane, la perdita di sovranità degli Stati europei); ma riconducibili tutti a due fondamentali accadimenti storici: gli accordi di Bretton Wood del 1971 e il trattato di Maastricht del 1992, allorché viene instaurata, in un primo tempo, la dittatura globale del dollaro e, successivamente, il definitivo smantellamento del concetto di “Stato-nazione” in Europa. Dando per scontato che i metalli preziosi, l’oro in particolare, rappresentino valori di riferimento convenzionali e che la banconota sia un’ulteriore degenerazione della rappresentazione di un bene reale, con gli accordi di Bretton Wood si sgancia il dollaro dalla convertibilità aurea. Questa banconota privata, di cui l’euro è elemento complementare, da allora verrà considerata come bene in sé, sì da lasciare aperta la strada ad una delle più grandi truffe della storia. Se la Repubblica Ellenica, oggi, viene presentata come una “nazione di fannulloni” e di “debitori insolventi”, è perché la realtà, in nome di questa truffa, è stata volutamente invertita: “debitore” e “fannullone” sarebbe chi lavora la terra e produce beni reali col sudore del proprio lavoro, non chi fa credere che della carta straccia possa valere come bene in sé! Per la realizzazione di questa truffa, dunque, è stato necessario fabbricare un intero arsenale di menzogne; per esempio: al fine distruggere ogni forma di Stato sociale, è stato coniato il termine “assistenzialismo”: secondo questa mistificazione, qualunque forma di altruismo sociale (l’assistenza agli anziani e ai disabili, il soccorso ai malati, l’educazione giovanile…) sarebbe “parassitismo”, “zavorra frenante la crescita”.

Leggi tutto...
 
Gianantonio Valli ci ha lasciati PDF Stampa E-mail
Comunicati - comunicati CPA
Scritto da Comunità Politica di Avanguardia   
Venerdì 24 Luglio 2015

Grave lutto nel mondo non-conformista di chi si oppone al progetto mondialista dei Bush, Napolitano, Monti, Renzi.

 

Milano, giugno 2000. Il Dott. Gianantonio Valli (a dx), lo storico revisionista Juergen Graf (al centro) ed un amico di Valli al Convegno presso il Centro Le Stelline su  Milano, giugno 2000. Il Dott. Gianantonio Valli (a dx), lo storico revisionista Juergen Graf (al centro) ed un amico di Valli al Convegno presso il Centro Le Stelline su "Giustizia di Palazzo e democrazia totalitaria", dove Graf era uno dei relatori

Ieri ci ha lasciato il Dr. Gianantonio Valli. Aveva iniziato presto ad affiancare la professione medica con gli studi sulla seconda guerra mondiale, il cinema, il Mondialismo, il revisionismo olocaustico, che regolarmente sfociavano in corposi volumi, in particolare dalla Editrice Effepi di Genova, specializzata in opere sul
Terzo Reich: Il prezzo della disfatta, , La Rivolta della Ragione (sulla persecuzione degli storici revisionisti e sui vecchi combattenti europei), Holocaustica Religio, Operazione Barbarossa, I complici di dio-Genesi del mondialismo, titanica opera che non ha eguale a livello mondiale, che affronta i temi sovra citati con la sua consueta akribeia (200 pagine di bibliografia di opere nelle maggiori lingue europee ed in inglese).

 

La perdita dell'amatissima sposa Mina, due anni fa, gli ha provocato una fortissima depressione dalla quale non è più riuscito a riprendersi, se non in brevi periodi.

La Comunità Politica di Avanguardia abbruna die Fahne in segno di rispetto per un grande combattente.

 

 
Firmato a Vienna l'accordo tra l'Iran e i 5+1 PDF Stampa E-mail
Comunicati - comunicati CPA
Scritto da Comunità Politica di Avanguardia   
Mercoledì 15 Luglio 2015

Il 14 luglio 2015, dopo anni di trattative, è stato raggiunto un accordo complesso tra la Repubblica Islamica dell'Iran e le 5 potenze del cosiddetto Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite : Cina, Francia, Russia, Gran Bretagna ed USA (+ la sua dépendance, la Bundesrepublik).

Mentre i particolari dell'intesa saranno resi noti in seguito, i punti forti riguardano le strette limitazioni imposte all'Iran sul programma nucleare per impedirgli di dotarsi anche di una bomba atomica, cosa che l'Iran da anni nega sia il suo intento quanto piuttosto l'utilizzo del nucleare per scopi pacifici.

Per contro, gli USA (ed a rimorchio l'Unione Europea) revocherebbero le sanzioni economiche, commerciali, ecc. (illegalmente imposte alla Repubblica Islamica) consentendo a questa di rientrare nel novero delle nazioni frequentabili, dopo 36 anni di ostilità anti-iraniana (per i clericali vaticani, l'Iran è il “'cattivo protagonista' del Medio Oriente”; cfr. Camille Eid, in Avvenire, 15.07.15, p.3).

E restituirebbero il maltolto, ossia le proprietà finanziarie iraniane in USA e nella Unione Europea, sequestrate da anni.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 11
Nessun evento
degrelle_1.jpg
Ultimi articoli:
Nessun evento
CelticaCPA